Loading
Local Marketing Semplice

DPCM 9 marzo: effetti sulle attività commerciali locali del decreto sul coronavirus

image title

Quali disposizioni e sanzioni sono previste per le attività commerciali locali dal DPCM del 9 marzo 2020?

Attività commerciali che possono rimanere aperte senza limiti

Secondo il DPCM 9 marzo, fino al 3 aprile potranno rimanere aperte senza alcuna limitazione: Farmacie, Parafarmacie, Negozi di generi alimentari. Questi ultimi comprendono supermercati, ma anche piccoli alimentari e fruttivendoli.

Il gestore è comunque obbligato a garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, in caso di violazione la sanzione prevede sospensione dell’attività.

Attività commerciali che possono rimanere aperti con limitazioni

Il decreto sul coronavirus tocca anche ristoranti, bar e tutte le attività in cui è prevista somministrazione e consumo sul posto e/o l’asporto come rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio che non dispongono di posti a sedere, fino al 3 aprile dovranno osservare un orario di aperture ridotto dalle 6 alle 18, con chiusura nei giorni prefestivi e festivi.

L’attività può essere svolta con obbligo, a carico del gestore, di garantire la distanza di almeno 1 metro fra le persone e di applicare misure comunque idonee a evitare assembramenti di persone.

In caso di violazione di questa disposizione è prevista la SOSPENSIONE DELL’ATTIVITÀ.

Inoltre, devono essere CHIUSI tutti quegli esercizi commerciali in cui la distanza di sicurezza non potrà essere garantita per motivi organizzativi o logistici.

Molti bar e ristoranti si stanno già organizzando disponendo strisce a terra per delimitare gli spazi, nastri per allontanare dal bancone e disponendo un cliente per tavolo.

Il servizio di consegna a domicilio è consentito, osservando la regola di evitare contatti personali al momento della consegna. In questi giorni, infatti si è notato un forte incremento dei rider di Just Eat, Glovo e altri servizi per la consegna di cibi e bevande a domicilio.

Medie e grandi strutture di vendita chiuse sabato e domenica dal DPCM 9 marzo

Il provvedimento prescrive la chiusura nei giorni festivi e prefestivi delle medie e grandi strutture di vendita, e degli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati.

Nei giorni feriali, il gestore deve comunque garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro: pena la sospensione dell’attività.

Anche in questo caso, in presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro, tali strutture dovranno essere chiuse.

Attività commerciali chiuse fino al 3 aprile secondo il DPCM 9 marzo

I provvedimento ha esteso a tutta Italia l’imposizione della chiusura fino al 3 aprile 2020 di:

  • cinema, teatri, musei,
  • piscine, centri natatori, palestre, scuole di ballo,
  • centri benessere,
  • centri culturali, centri sociali, centri ricreativi,
  • pub,
  • sale giochi, sale scommesse e sale bingo,
  • discoteche e locali assimilati.

Per via della difficoltà di contenimento degli accessi, sembra sia prevista a giorni anche la sospensione dei mercati ordinari e straordinari. Oltre che dei mercati a merceologia esclusiva e dei mercatini e delle fiere.

Come le attività locali possono affrontare la crisi Coronavirus nonostante il DPCM 9 marzo

Ogni pubblico esercizio è inevitabilmente colpito da queste disposizioni, che però sappiamo tutti essere necessarie per il bene comune e fortunatamente tipo transitorio. Con un po’ di buon senso collettivo l’Italia si risolleverà e così tutte le attività commerciali.

Pensa alla ripresa! Mantenere un atteggiamento positivo e propositivo, insieme all’individuazione della giusta strategia di local marketing, aiuterà la tua attività locale a rendere la ripresa più semplice e rapida.

Mantenere il contatto con i clienti con blog, social e e-mail marketig può fare la differenza

Sono proprio questi i momenti in cui bisogna essere presenti per i propri clienti.

Puoi sfruttare questo periodo, ad esempio, per mandare dei messaggi ai tuoi clienti, raccontando come stai affrontando questo momento, esaltando i tuoi valori aziendali e indicando cosa stai facendo per contribuire al miglioramento di questa situazione.

Potresti mandare delle e-mail a tutti i clienti del tuo hotel, agriturismo o altra struttura ricettiva.

In questo momento le persone hanno più tempo libero da dedicati e apprezzano le aziende che mantengono vivo il contatto diretto.

Avviare un blog sul sito del tuo ristorante può darti un grande aiuto per migliorare il posizionamento su Google e gli altri motori di ricerca. Ogni articolo potrai condividerlo sulle tue pagine social, che si arricchiranno di contenuto che i tuoi fan potranno ricondividere sul proprio profilo e con i propri amici.

Modificare l’orario di lavoro sulla tua scheda Google My Business

Google My Business suggerisce alle aziende e alle attività locali i cui orari sono stati modificati dal DPCM del 9 marzo 2020 di aggiornare le propria scheda.

Nella parte superiore delle pagine di supporto di Google My Business si trova, infatti, un’avviso:

Se la tua attività è interessata da COVID-19, aggiorna il tuo profilo per fornire le informazioni più precise.
Ulteriori informazioni > .

Puoi aggiornare l’orario di lavoro, la descrizione, il numero di telefono e aggiungere dei Google Posts per condividere ulteriori informazioni. Tutti i tuoi aggiornamenti verranno visualizzati sul tuo profilo aziendale sulla ricerca di Google e su Google Maps.

Puoi saperne di più in questo documento di aiuto .

Sei un imprenditore locale? Un libero professionista?Dacci il tuo contributo!
Aiutaci a progettare PIZ – Promo in zona, un’app geolocalizzata per aiutarti ad attirare nuovi clienti in negozio e a fidelizzare i clienti attuali. Per renderla realmente utile vogliamo conoscere le tue esigenze. Partecipa al questionario e ottieni i benefit di CONTRIBUTOR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi